La fede diluita

Magari adesso che lo scrive Lancet e che viene riportato dai giornali qualcuno si convincerà che l’omeopatia funziona al massimo come un placebo.
Quello che ho sempre detto: dieci gocce d’acqua sono dieci gocce d’acqua, niente di diverso.

Come al solito negli articoli dei giornali on line italiani non ci sono link alle fonti quindi me le sono cercate da solo e ho scoperto che probabilmente si fa rifertimento a questo articolo di Lancet. Solo che l’articolo è del 27 Agosto 2005! Un po’ in ritardo vero?

Forse il vero problema è che in Italia, anzi nel mondo le cure alternative godono di una immunità alle critiche paragonabile alla religione. Le volte che ho provato ad esprimere i miei dubbi sull’efficacia di aghi infissi nella pelle, di costossissime boccette d’acqua pura e dell’imposizione delle mani sono stato apostrofato con sufficienza “Ma che ne sai te? Hai mai provato? Guarda che funziona veramente.”
Non è sempre così ma, fateci caso, di solito è come parlare con un fanatico religioso: non importa quanti ragionamenti ne quante prove portiate, la loro fede nella cura è più forte.
Questo si riflette anche nel mondo politico dove, se si parla di salute, tutti dicono di curarsi solo con la medicina alternativa.
Guai al politico che si permette di esprimere critiche o dubbi sul fatto che tali cure debbano essere rimborsabili dalla mutua.

One thought on “La fede diluita

  • 4 dicembre 2007 at 2:34
    Permalink

    sarebbe bello trovare una analisi scientifica sulle cure omeopatiche e sulle cure farmacologiche.
    io non ne so nulla, so solo che se mi fa male un dente prendo una pasticca e poi mi passa, la seconda volta vado dal dentista.
    ora vado che sennò la tavoletta di cioccolata mi si scioglie.

    Reply

Rispondi