Cazzari approssimativi

L’hanno detto, ripetuto e confermato più volte: Grillo non è il leader, è solo un portavoce, un megafono del Movimento.
Infatti non decide chi è dentro e chi è fuori? Nooooo.
Infatti non va da Renzi senza ascoltare le proposte come i suoi seguaci hanno chiesto. Nooo.
Infatti fa proclami e scomuniche in piena autonomia sul SUO blog. Noo.
Non decide che lui che il M5S non si debba presentare alle elezioni in Sardegna (col rischio di vincerle). No.
O sì?
Lui mica è il capo.
O sì?
Dal blog di Beppe Grillo, Comunicato politico numero cinquantaquattro

Beppe Grillo, quale capo politico del MoVimento 5 Stelle e suo rappresentante, si occuperà degli adempimenti tecnico-burocratici necessari a consentire l’effettiva presentazione e partecipazione alle prossime elezioni europee 2014 delle liste dei candidati scelti in Rete,

Cosa?
Guarda, te lo metto in grassetto così lo vedi meglio.

Beppe Grillo, quale capo politico del MoVimento 5 Stelle

Ma come? Non era solo il rappresentante? Il Megafono? La Voce?
No. E’ il capo. Lo è sempre stato e sempre lo sarà.
Bho, io l’avevo detto.
Mo lo dice pure lui.

Screenshot 2014-03-27 00.50.10

I tweet cancellati o caccolati

Giornalettismo ipotizza che il tweet cancellato della Boldrini sia un falso. L’articolo mi sembra convincente e in fondo ci vuole davvero poco a farlo.

Guardate questo:

Le caccole di Grillo

Le caccole di Grillo

Basta condividerlo con aggiungendo “Grillo cancella tweed imbarazzante, i grillini con le dita nel naso in parlamento!” e il gioco è fatto.

 

 

Il falso tweet è stato generato da LEMMETWWETHATFORYOU in circa 30 secondi.